Elvio Lunghi Archivio Fotografico Sacro Convento di Assisi - Pa Poco prima del 1280 Cimabue dipinse una grandiosa Crocifissione nel transetto sud della basilica superiore di San Francesco, sulla parete retrostante l'altare di San Michele Arcangelo, in prossimità del capitolo generale che si riunì ad Assisi per la Pentecoste nel maggio 1279. Cimabue, negli anni dal 1288 al 1292, venne chiamato ad Assisi, da Papa Niccolò IV, per realizzare gli affreschi dell’abside nella Basilica Superiore. Pochissime sono le sue opere giunte fino a noi e spesso molto rovinate, non soltanto dal tempo ma anche da eventi naturali come l’alluvione di Firenze del 1966 o il terremoto di Assisi. L'arrivo di Cimabue ad Assisi segnò l'ingresso nella prestigiosa commissione papale di artisti fiorentini e la scelta del maestro fu dettata quasi certamente dalla fama che aveva acquistato a Roma nel 1272, anche se non sono conosciute opere di Cimabue del periodo romano. OPERE DI GIOVANNI CIMABUE Cimabue - Crocifissione - 1280 Cimabue - Madonna in trono con bambino - 1280 Cimabue - San Giovanni - 1301 ... si colloca la Maestà della Vergine con San Francesco nella chiesa inferiore di Assisi, che però ha subito nel tempo rifacimenti ed è stata molto ridipinta. Arezzo, Chiesa di San Domenico. Le opere di Assisi : Sotto il papato di Niccolò IV (1288-1292), primo papa francescano, Cimabue lavorò ad Assisi. Crocifissione di Assisi Tra il 1277 e l'80 Cimabue lavora nella Basilica di San Francesco ad Assisi, dove esegue gli affreschi delle vele sopra il presbiterio e quelli delle pareti del transetto. Cristo trionfante e Cristo sofferente. Nella miniatura dei Vangeli di Rabbula, codice di origine siriaca, è mostrato un Cristo sereno, con gli occhi aperti.Ha il nimbo, la barba, il colobium (la tunica lunga senza maniche usata dai sacerdoti) ed è inchiodato alla croce con quattro chiodi. CIMABUE Cenni di Pepo, detto Cimabue, è un artista sul quale cui ancora oggi le conoscenze sono limitate. La Crocifissione di san Pietro è un affresco (circa 350x300 cm) della bottega di Cimabue, databile attorno al 1283 circa e conservato nel transetto destro della basilica superiore di San Francesco di Assisi.. Storia. d. C. Roma, basilica di Santa Sabina. La Crocifissione di Gesù Cristo è un dipinto murale, eseguito nel 1280 circa, ad affresco, da Cenni di Pepo, detto Cimabue (1240 ca. Questa Crocifissione si trova sul transetto sinistro (un'altra Crocifissione si trova sul transetto destro) ed è uno dei maggiori capolavori di Cimabue. - 1302), ed aiuti, ubicato nella parete orientale del transetto nella Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi (Perugia). Cimabue – Crocifissione del transetto sinistro della Basilica Superiore di San Francesco – Assisi Lo storico dell’arte Adolfo Venturi commentò così la drammatica rappresentazione nell'affresco di Cimabue: “Non è più il Crocifisso con ai lati le figure simmetriche del … La Crocifissione di san Pietro è un affresco (circa 350x300 cm) della bottega di Cimabue, databile attorno al 1283 circa e conservato nel transetto destro della basilica superiore di San Francesco di Assisi La Crocifissione di Assisi. Anche in questo caso il pittore raffigurò uno straordinario Cristo sulla croce. Crocifissione, V sec. Formella lignea. Cimabue, nel Crocifisso di San Domenico ad Arezzo, concepì il corpo di Cristo, sulla croce, come una persona e non come una astratta divinità.. Cimabue, Crocifisso, 1268-1271 circa, tempera su tavola, 336×267 cm. La Crocifissione di san Pietro è un affresco (circa 350x300 cm) della bottega di Cimabue, databile attorno al 1283 circa e conservato nel transetto destro della basilica superiore di San Francesco di Assisi. Descrizione.